La compromissione della funzione motoria risultante da una lesione da ictus ha un impatto negativo sull’autonomia e le attività della vita quotidiana, quindi le persone affette da ictus necessitano di una riabilitazione a lungo termine. Diversi studi hanno dimostrato che l’apprendimento di nuove abilità motorie è importante per indurre la neuroplasticità e il recupero funzionale. Le tecnologie innovative utilizzate nella riabilitazione consentono di migliorare la formazione attraverso il feedback generato. Sembra vantaggioso combinare la tradizionale riabilitazione motoria con tecnologie innovative per promuovere il re-apprendimento motorio e la riacquisizione delle competenze mediante una formazione integrata. Un ambiente arricchito da un feedback coinvolge più modalità sensoriali e potrebbe promuovere la partecipazione attiva del paziente. Gli esercizi in un ambiente virtuale contengono elementi necessari per massimizzare l’apprendimento motorio, come la pratica di attività ripetitive e differenziate e feedback sulle prestazioni e sui risultati. Il recupero della funzione motoria degli arti in soggetti post-ictus è uno dei principali obiettivi terapeutici per pazienti e fisioterapisti. La realtà virtuale così come i dispositivi robotici consentono di fornire un trattamento specifico basato sul feedback rafforzato in un ambiente virtuale (RFVE), aumentando artificialmente l’informazione sensoriale coerente con gli oggetti e gli eventi del mondo reale. Il training motorio basato su RFVE sta emergendo come un’efficace tecnica di apprendimento motorio per il trattamento delle estremità.

Il nostro sistema VRRS è stato utilizzato in questo studio per eseguire trattamenti di realtà virtuale.