POR FESR Veneto, 2014-2020 Azione 1.1.4

Bando per il sostegno a progetti sviluppati da aggregazioni di imprese

ASSE 1 “RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE”

OBIETTIVO SPECIFICO “Incremento dell'attività di innovazione delle imprese”

AZIONE 1.1.4 “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”

SMARTeR: Ricerca e sviluppo di tecnologie e metodologie per l'implementazione di soluzioni di tele-riabilitazione ad alta sostenibilità economica e sociale

 

Il Progetto SMARTeR ha visto il coinvolgimento delle imprese Khymeia S.r.l., TinBob S.r.l., Crispy Bacon S.r.l., del Dipartimento Di Tecnica E Gestione Dei Sistemi Industriali dell’Università di Padova, dell’IRCCS Ospedale San Camillo e dell’IRCCS Fondazione Stella Maris.

La teleriabilitazione (TR) è una metodologia di intervento riabilitativo e preventivo (teleprevenzione, TP) fortemente basata su tecnologie ICT che consente di affrontare il cruciale problema della incapacità di soddisfare la domanda riabilitativa in clinica, erogando una parte consistente dei trattamenti al domicilio del paziente e di ridurre fortemente i costi e le tempistiche degli spostamenti casa – paziente.

In generale, una applicazione TR/TP prevede la possibilità per il personale clinico/ assistenziale di assegnare compiti da remoto al paziente, di monitorarne i progressi, e di potere avviare sessioni di teleconsulto da remoto tramite strumenti di audiovideoconferenza.

Lo spostamento di molta parte dei trattamenti preventivi per l’anziano sano e riabilitativi e per il malato neurologico (ictus post-acuto, Parkinson, Alzheimer, decadimento cognitivo, sclerosi multipla) e ortopedico dai centri clinici al domicilio è al centro delle raccomandazioni erogate dall’OMS e delle linee di azione dei principali Sistemi Sanitari Nazionali, anche italiano, che iniziano a includere gli interventi di TR nei Nomenclatori Tariffari nell’ambito dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Tali raccomandazione vedono le applicazioni di TR / TP come l’unica opportunità di sostenibilità economica e sociale nel contesto di società a rapido invecchiamento. Grazie alla disponibilità di massa di strumenti ICT quali computer, notebook, tablet ad un costo accessibile, si prevede che il mercato delle applicazioni TR / TP vedrà nell’immediato futuro una crescita applicativa esponenziale.

Per potere promuovere con successo soluzioni TR / TP, queste devono i) essere estremamente facili da utilizzare, sia per i pazienti che per gli operatori; ii) sostenibili dal punto di vista economico; iii) essere integrate all’interno di architetture ICT facilmente scalabili e gestibili da tutti gli stakeholders. Le soluzioni TR / TP attualmente disponibili sul mercato, presentano costi per le strumentazioni domiciliari troppo elevati. Tale aspetto ne rende difficile l’adozione e ne rallenta di fatto la diffusione.

Il progetto SMARTeR si è caratterizzato per l’esecuzione di attività di R&D per ridurre i costi associati a soluzioni TR / TP domiciliare. Partendo dall’esperienza di soluzioni di successo per applicazioni di ricerca già sviluppate da uno dei partner di progetto (Khymeia) ed utilizzata dalla Rete Italiana Neuroscienze degli IRCCS https://www.reteneuroscienze.it/progetti/teleneuroriabilitazione-fase-ii/, SMARTeR dimostra la fattibilità di soluzioni scalabili a più basso costo per potere affrontare con successo il mercato di massa. Per raggiungere tali obiettivi, durante il progetto sono state svolte le seuguenti attività i) progettare e realizzare prototipi di dispositivi accessori domiciliari wireless; ii) realizzare un portale web con accessi controllati che integri tutte le principali attività di gestione, pianificazione ed esecuzione di sessioni di TR / TP per tutti gli stakeholders (pazienti, caregivers, fisioterapisti, medici, sia nel settore pubblico che in quello privato); iii) dimostrare la implementabilità di esercizi di TR / TP come applicazioni web based, eseguibili da browser e quindi utilizzabili nativamente da qualunque dispositivo tablet, notebook, o desktop, consentendo l’utilizzo di tali dispositivi già in dotazione da parte del paziente. In tal modo SMARTeR


POR FESR Veneto, 2014-2020 Azione 3.4.2

In data 29 agosto 2018 si è concluso con successo il progetto “Definizione di un progetto operativo di indagine, caratterizzazione ed espansione nei mercati esteri”, cofinanziato dalla Regione Veneto nell’ambito del bando POR-FESR DGR n. 1849 del 14/11/2017 – Azione 3.4.2. “Bando per il sostegno all’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione da parte delle PMI”.

Il progetto ha l’obiettivo di incrementare il livello di internazionalizzazione dell’azienda proponente, sostenendola nei processi di internazionalizzazione, penetrazione e consolidamento nei mercati esteri UE, US, e CHINA, tramite anche l’acquisizione di servizi specialistici. Il progetto si è concluso con successo ed i risultati verranno pienamente utilizzati nell’ambito delle attività aziendali. Il progetto si accompagna ad un finanziamento da parte della Regione Veneto per un ammontare di Euro 6.000 su una spesa di Euro 12.000.


POR FESR Veneto, 2014-2020 Azione 1.1.2

In data 16 Luglio 2018 si è concluso con successo il progetto “Progettazione e sviluppo di prototipo di sedia sensorizzata per applicazioni di prevenzione e riabilitazione posturale domiciliare”, cofinanziato dalla Regione Veneto nell’ambito del bando POR-FESR DGR n. 1848 del 14/11/2017 – Azione 1.1.2 “Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese”.

Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di una sedia sensorizzata per la riabilitazione e la prevenzione del rischio di caduta. Il progetto si è concluso con successo ed i risultati verranno pienamente utilizzati nell'ambito delle attività aziendali. Il progetto si accompagna ad un finanziamento da parte della Regione Veneto per un ammontare di euro 18.000 su una spesa di euro 24.000.


POR FESR Veneto, 2014-2020 Azione 1.1.1

In data 11 Aprile 2018 si è concluso con successo il progetto "Golem - Ricerca di metodologie matematiche e per la gestione unificata ed integrata di tecnologie di tracking cinematico", cofinanziato dalla Regione Veneto nell'ambito del bando POR-FESR DGR n. 1581 del 10/10/2016 - Azione 1.1.1 "Sostegno a progetti di ricerca alle imprese che prevedono l'impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico-scientifici) presso le imprese stesse".

Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un framework unificato per la rappresentazione delle cinematiche di posizione ed angolari del corpo umano a partire dall'utilizzo combinato di differenti tecnologie di tracking cinematico. Il progetto si è concluso con successo ed i risultati verranno utilizzati come componenti chiave di tutti i prodotti aziendali. Il progetto si accompagna ad una richiesta di finanziamento previsto da parte della Regione Veneto per un ammontare di Euro 22.440,00.


Trattamento multimodale nel dolore cronico all'Ospedale San Raffaele con il nostro sistema VRRS

L’Istituto Miller – Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale presenta le novità per il recupero dei pazienti in ambito neurologico all’Ospedale San Raffaele di Milano, tra cui anche il nostro sistema VRRS usato per le nevralgie facciali.

Una delle patologie trattate con VRRS è la nevralgia del trigemino, una nevralgia facciale. Questo disturbo provoca dolori intensi brevi, ma ricorrenti, quasi paragonabili a scariche elettriche che possono durare da due secondi a due minuti. Il dolore può partire da varie parti del viso e segue il decorso del nervo.

Qui il link all'intero articolo


Riabilitazione neurologica: nuove metodiche all'Ospedale San Raffaele con il nostro VRRS

L'Istituto Miller - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale presenta le novità per il recupero dei pazienti in ambito neurologico all'Ospedale San Raffaele di Milano, tra cui anche il nostro sistema VRRS.

Qui il link all'intero articolo.


Trattati di Roma - Khymeia HandBox scelto tra i progetti di eccellenza europei

Il sistema Khymeia HandBox è stato scelto tra i 60 progetti di eccellenza cofinanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento dell’Unione Europea al centro della campagna di comunicazione realizzata dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia con la collaborazione di tutte le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali. L’iniziativa rientra nell’ambito delle celebrazioni per il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma.


Riabilitazione post ictus a distanza all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani

Inserito dall’assessorato regionale alla Salute nella “Rete Telestroke”, che permette di eseguire la riabilitazione post ictus a distanza, l’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani.

Si tratta di un sistema innovativo installato all’ospedale Pulejo di Messina che permetterà di seguire a distanza e in tempo reale pazienti ricoverati in quattro nosocomi siciliani, tra cui quello trapanese. La riabilitazione post ictus avviene grazie alla “Rete Telestroke”. Si tratta di un sistema innovativo installato all’Irccs Bonino Pulejo che permetterà di seguire a distanza e in tempo reale pazienti colpiti da ictus e ricoverati nelle sedi spoke dell’ospedale Cannizzaro di Catania, del Sant’Elia di Caltanissetta, di Villa Sofia a Palermo e del Sant’Antonio di Trapani.

Approfondimento di MediSalute TV sul nostro sistema VRRS nella Rete Telestroke a questo link


Sicilia, successo della rete di TeleNeuroRiabilitazione con il sistema VRRS

Presentata la Rete telestroke che prevede la costituzione del centro pilota Hub al centro neurolesi Bonino Pulejo di Messina e i quattro distretti Spoke: il Cannizzaro di Catania, il Sant’Elia di Caltanissetta, il Sant’Antonio Abate di Trapani e Villa Sofia a Palermo.

Qui i link ai vari articoli:


Stati Vegetativi e Habilita: una storia nata 6 anni fa con il nostro Neurowave

La rivista "Take Care" racconta l'utilizzo del nostro sistema Neurowave alla Casa di Cura Habilita dal 2010 fino ad oggi.

Habilita ha dedicato la sua mission alla riabilitazione delle patologie neurologiche e proprio per questo è stata creata l’unità operativa di Neuroriabilitazione, composta da un'equipe guidata dal Primario Dr. Michelangelo Bartolo.  Ancora oggi i Neurowave sono utilizzati quotidianamente, in sinergia con altri dispositivi robotici nell’attività di riabilitazione dei pazienti con GraviCelebro Lesioni Acquisite.

Qui il link all'intera rivista "Take Care", Anno 2016 n.2