POR FESR Veneto, 2014-2020 Azione 1.1.2

In data 16 Luglio 2018 si è concluso con successo il progetto “Progettazione e sviluppo di prototipo di sedia sensorizzata per applicazioni di prevenzione e riabilitazione posturale domiciliare”, cofinanziato dalla Regione Veneto nell’ambito del bando POR-FESR DGR n. 1848 del 14/11/2017 – Azione 1.1.2 “Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese”.

Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di una sedia sensorizzata per la riabilitazione e la prevenzione del rischio di caduta. Il progetto si è concluso con successo ed i risultati verranno pienamente utilizzati nell'ambito delle attività aziendali. Il progetto si accompagna ad un finanziamento da parte della Regione Veneto per un ammontare di euro 18.000 su una spesa di euro 24.000.


POR FESR Veneto, 2014-2020 Azione 1.1.1

In data 11 Aprile 2018 si è concluso con successo il progetto "Golem - Ricerca di metodologie matematiche e per la gestione unificata ed integrata di tecnologie di tracking cinematico", cofinanziato dalla Regione Veneto nell'ambito del bando POR-FESR DGR n. 1581 del 10/10/2016 - Azione 1.1.1 "Sostegno a progetti di ricerca alle imprese che prevedono l'impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico-scientifici) presso le imprese stesse".

Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un framework unificato per la rappresentazione delle cinematiche di posizione ed angolari del corpo umano a partire dall'utilizzo combinato di differenti tecnologie di tracking cinematico. Il progetto si è concluso con successo ed i risultati verranno utilizzati come componenti chiave di tutti i prodotti aziendali. Il progetto si accompagna ad una richiesta di finanziamento previsto da parte della Regione Veneto per un ammontare di Euro 22.440,00.


Trattamento multimodale nel dolore cronico all'Ospedale San Raffaele con il nostro sistema VRRS

L’Istituto Miller – Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale presenta le novità per il recupero dei pazienti in ambito neurologico all’Ospedale San Raffaele di Milano, tra cui anche il nostro sistema VRRS usato per le nevralgie facciali.

Una delle patologie trattate con VRRS è la nevralgia del trigemino, una nevralgia facciale. Questo disturbo provoca dolori intensi brevi, ma ricorrenti, quasi paragonabili a scariche elettriche che possono durare da due secondi a due minuti. Il dolore può partire da varie parti del viso e segue il decorso del nervo.

Qui il link all'intero articolo


Riabilitazione neurologica: nuove metodiche all'Ospedale San Raffaele con il nostro VRRS

L'Istituto Miller - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale presenta le novità per il recupero dei pazienti in ambito neurologico all'Ospedale San Raffaele di Milano, tra cui anche il nostro sistema VRRS.

Qui il link all'intero articolo.


Al San Raffaele lo European Civic Prize on Chronic Pain per l’innovazione nel trattamento del dolore cronico con il VRRS

Occuparsi delle persone con dolore cronico a 360°, valutandole in équipe e definendo un piano riabilitativo che comprenda il supporto psicologico e l’utilizzo della realtà virtuale con il sistema Khymeia VRRS: è il progetto messo a punto dallo staff dell’Unità di Riabilitazione specialistica – Disturbi neurologici, cognitivi e motori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, guidata dal neurologo Sandro Iannaccone. Il progetto ha ricevuto il prestigioso premio European civic prize on chronic pain, indetto da Active citizenship network, l’associazione che riunisce le organizzazioni di tutta Europa volte a incoraggiare la partecipazione attiva dei cittadini alle decisioni sociali.

Il progetto è stato finanziato dalla società scientifica ARSOP (Associazione Riabilitatori Specialisti Ospedalità Privata).

 

Per maggiori informazioni:

Link alla pagina web del San Raffaele

Facebook

Twitter

 


Trattati di Roma - Khymeia HandBox scelto tra i progetti di eccellenza europei

Il sistema Khymeia HandBox è stato scelto tra i 60 progetti di eccellenza cofinanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento dell’Unione Europea al centro della campagna di comunicazione realizzata dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia con la collaborazione di tutte le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali. L’iniziativa rientra nell’ambito delle celebrazioni per il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma.


Riabilitazione post ictus a distanza all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani

Inserito dall’assessorato regionale alla Salute nella “Rete Telestroke”, che permette di eseguire la riabilitazione post ictus a distanza, l’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani.

Si tratta di un sistema innovativo installato all’ospedale Pulejo di Messina che permetterà di seguire a distanza e in tempo reale pazienti ricoverati in quattro nosocomi siciliani, tra cui quello trapanese. La riabilitazione post ictus avviene grazie alla “Rete Telestroke”. Si tratta di un sistema innovativo installato all’Irccs Bonino Pulejo che permetterà di seguire a distanza e in tempo reale pazienti colpiti da ictus e ricoverati nelle sedi spoke dell’ospedale Cannizzaro di Catania, del Sant’Elia di Caltanissetta, di Villa Sofia a Palermo e del Sant’Antonio di Trapani.

Approfondimento di MediSalute TV sul nostro sistema VRRS nella Rete Telestroke a questo link


Sicilia, successo della rete di TeleNeuroRiabilitazione con il sistema VRRS

Presentata la Rete telestroke che prevede la costituzione del centro pilota Hub al centro neurolesi Bonino Pulejo di Messina e i quattro distretti Spoke: il Cannizzaro di Catania, il Sant’Elia di Caltanissetta, il Sant’Antonio Abate di Trapani e Villa Sofia a Palermo.

Qui i link ai vari articoli:


Stati Vegetativi e Habilita: una storia nata 6 anni fa con il nostro Neurowave

La rivista "Take Care" racconta l'utilizzo del nostro sistema Neurowave alla Casa di Cura Habilita dal 2010 fino ad oggi.

Habilita ha dedicato la sua mission alla riabilitazione delle patologie neurologiche e proprio per questo è stata creata l’unità operativa di Neuroriabilitazione, composta da un'equipe guidata dal Primario Dr. Michelangelo Bartolo.  Ancora oggi i Neurowave sono utilizzati quotidianamente, in sinergia con altri dispositivi robotici nell’attività di riabilitazione dei pazienti con GraviCelebro Lesioni Acquisite.

Qui il link all'intera rivista "Take Care", Anno 2016 n.2


Progetto Rete Neuroscienze Italia

Il ministero della salute ha approvato il progetto della Rete Neuroscienze Italiana IRCCS "Sviluppo e implementazione di un Network Italiano di Teleneuroriabilitazione per la continuità assistenziale”. L’ecosistema VRRS è la tecnologia scelta per la condivisione e utilizzo dei protocolli riabilitativi.